Autore: Editore

14 Maggio 2024

ANCHE NOI CONTRO I PALESTINESI?

Il governo italiano ha bloccato i finanziamenti dell’ONU per il soccorso ai Palestinesi. Quanti sono i complici del genocidio? Proibito salvare i profughi nel Mediterraneo

Domenico Gallo

14 Maggio 2024

DOVE VA IL MONDO?

Per la fine basta che le cose continuino come stanno. Quanto alla salvezza essa “viene dai Giudei”. Ma come è compatibile ciò con il genocidio a Gaza?

Raniero La Valle

12 Aprile 2024

TRA MOSCHEA CHIESA E SINAGOGA

Una presentazione a Torino del libro “Gaza delle Genti”. Israele e la diaspora. Il problema è se lo Stato, come oggi è concepito, è l’unico modo dell’esistenza politica del popolo ebraico

Enrico Peyretti

12 Aprile 2024

LA FAME COME ARMA DI GUERRA

L ‘uccisione mirata da parte di Israele degli operatori  umanitari della World Central Kitchen è stata un tragico incidente? Un articolo sulla “Stampa”

Francesca Mannocchi

13 Marzo 2024

LA BANDIERA BIANCA

“È più forte colui che vede la situazione, pensa al popolo e ha il coraggio della bandiera bianca e negoziare”, ha detto il Papa. È il coraggio per non portare il paese al suicidio. Gli ucraini quanto hanno sofferto!

13 Marzo 2024

NON C’È PIÙ VERDE A GAZA

A Rafah sono stipati 1,4 milioni di persone in uno spazio grande quanto l’aeroporto di Heathrow a Londra. Non si può pensare ciò che potrebbe accadere dopo un cessate il fuoco

13 Marzo 2024

SE QUESTO NON È UN GENOCIDIO

Più di 10 bambini al giorno hanno perso un arto e a più di 1.000 bambini e bambine sono state amputate le gambe, ma Israele non fa entrare le protesi. I nuovi nati vengono al mondo affetti da malattie genetiche. I progetti di assistenza sanitaria

28 Febbraio 2024

CHE COSA GIOVA ALLA PACE

La prima parte, dedicata alla pace, del programma per le elezioni europee della lista “Pace Terra Dignità”

16 Febbraio 2024

DALL’EUROPA UN MONDO RICONCILIATO

Un grido disperato nelle elezioni europee per il rovesciamento delle politiche e del sistema di guerra. L’informazione in gioco come ultima difesa

Raniero La Valle

16 Febbraio 2024

COME È NATO IL TERMINE GENOCIDIO

Impressionato dallo sterminio del popolo armeno, il giurista polacco Raphael Lemkin ha coniato la parola “genocidio” e ha speso una vita per farlo riconoscere e condannare. Il popolo ebreo ne è stato la prima vittima, e la Convenzione dell’ONU l’ha sanzionato perché mai più si ripetesse per nessuno

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi