Categoria: Dice Francesco

21 Dicembre 2018

PREGHIAMO PER LA PACE NELL’AMATA SIRIA

Ancora una volta, all’inizio dell’Avvento, il papa ha fatto proprio il desiderio dei popoli tormentati dalla fame, dall’ingiustizia, dalla guerra, ha dato voce al desiderio dei poveri e alla speranza di pace dei bambini della Siria

7 Dicembre 2018

CON FRANCESCO E ROMUALDO DAL BILANCIO DELLA DIFESA A QUELLO DELL’EDUCAZIONE

Riaprire i confini, abbattere i muri, dissolvere l’inganno del “nemico”, formare leaders con una nuova mentalità, non perdere l’umiltà e lo stupore, instaurare i diritti, liberare i poveri, costruire una sola famiglia umana in pace nella sua casa comune: tutto ciò che è necessario in un luminoso discorso del papa a quelli della “Rondine”

29 Novembre 2018

L’EREDITÀ DI GIORGIO LA PIRA

“Una figura esemplare per la Chiesa e per il mondo”. Umanità e santità della politica. I viaggi a Mosca e ad Hanoi. Francesco su Twitter: “l’uomo e la donna portano in sé l’immagine di Dio”

20 Novembre 2018

DOVE C’È BUGIA NON PUÒ ESSERCI AMORE

Nella catechesi che sta svolgendo sull’intero decalogo, il papa ricorre a un forte linguaggio simbolico, come nelle parabole. Nella rilettura evangelica dell’ottavo comandamento anche le chiacchiere uccidono, e anzi il chiacchierone è un terrorista, perché lancia la bomba e distrugge la fama altrui. La verità non è solo essere sinceri, è amare fino alla croce

13 Novembre 2018

QUESTO POVERO GRIDA E IL SIGNORE LO ASCOLTA

Il povero grida non solo perché non ha mezzi, ma perché scacciato, scartato, umiliato. La risposta di Dio non è di arricchirlo, ma di liberarlo. La povertà è una prigionia, la sua alternativa è la liberazione. Il messaggio per la giornata del 18 novembre 2018

9 Ottobre 2018

GLI ANZIANI SOGNINO E SPERINO, I GIOVANI PROFETIZZINO

Il papa chiede ai vescovi e alla Chiesa di non lasciare i giovani esposti alle intemperie e orfani di una comunità di fede che li sostenga, e di “ungerli” col dono della profezia e della visione, aprendo spazi alla novità e alla gioia del Vangelo

28 Settembre 2018

I TEMPI DI DIO ASSOMIGLIANO AI TEMPI CINESI

Ci sarà un dialogo sui candidati, ma le nomine dei vescovi le farà il Papa. In Lituania: la Nato dice Occidente, ma se voi guardate all’Oriente, c’è la vostra storia, una storia dura, la vostra identità. Le armi, una delle corruzioni più grandi. Integrare i migranti con prudenza. Quel “Museo” che è un carcere: sono rimasto distrutto per la crudeltà

25 Settembre 2018

UN BRIVIDO AL RICORDO DEI GHETTI, UN PERDERSI PER METTERE AL CENTRO I PIÙ PICCOLI

Un popolo che ha conosciuto il soffrire non può fingere di non vedere i dolori di oggi non può desiderare potere e gloria, inseguire protagonismi o l’essere primi

18 Settembre 2018

SCUSATEMI SE SONO STATO UN PO’ FORTE

Quello del prete non è un mestiere ma una dedizione. Pregare per coloro che vi fanno del male: non è una cosa da museo. Non solo nella mafia, anche nelle nostre comunità e nei nostri presbiteri non ci si perdona: “Me l’hai fatta? Me la pagherai!”. La Madonna non deve fare l’inchino davanti alla casa del mafioso

10 Settembre 2018

LETTERA AL POPOLO DI DIO

Non è un’enciclica, è una vera lettera che il papa come padre scrive a tutto il popolo di Dio per mettere al centro della cura e dell’amore di una Chiesa materna e paterna i bambini e gli altri piccoli. Il patriarcato come malattia del clericalismo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi