Categoria: Dicono i Teologi

5 Luglio 2019

I TEOLOGI SI DICHIARANO COLPEVOLI

In una lettera al Presidente della Repubblica dopo la visita di papa Francesco alla facoltà teologica di Napoli i docenti di quella università si accusano di voler compiere ogni reato di umana solidarietà, e si associano alle scelte della Comandante della Sea Watch

21 Giugno 2019

RIPENSARE SE STESSI NEL MONDO NON IN RAPPORTI DI SUBORDINAZIONE MA DI COMUNIONE

Una lettera del domenicano Padre Dalmazio Mongillo a don Sirio Politi, pubblicata nel 1978, poneva il problema di un profondo cambiamento nei rapporti interumani

Dalmazio Mongillo

16 Aprile 2019

PER UNA LETTURA MESSIANICA DELLA CRISI

I nomi da dare alle cose non a partire da sé, ma a partire dagli altri. Uno della Trinità ha patito: la sofferenza entra in Dio che si scambia con gli uomini, la prassi messianica è assumere la sofferenza e rendersi vicini all’uomo sfinito. “Il messia sono io”

Giuseppe Ruggieri

7 Dicembre 2018

PAOLO E LE DONNE

Contro l’opinione diffusa di un’ostilità maschilista di Paolo nei confronti delle donne, il biblista Romano Penna restituisce a Paolo ciò che è di Paolo e mostra il ruolo eminente delle donne nella Chiesa nascente e nella considerazione dell’apostolo

Romano Penna

18 Luglio 2018

SIAMO NOI I PREDONI DELL’AFRICA

Siamo noi i ladri che affamando e distruggendo la vita di milioni di poveri, li costringiamo a partire per non morire. Il diritto alla resistenza, un nuovo diritto dei popoli. Quando fermiamo le navi dei poveri siamo dei disperati Una civiltà che conti sulla morte degli altri si avvia alla fine. Un mirabile discorso cristiano dell’arcivescovo di Palermo

mons. Corrado Lorefice

19 Giugno 2018

PSICOLOGIA DELLA LIBERAZIONE

Pubblicato in Italia il libro di Ignacio Martìn-Barό, il gesuita ucciso nella strage della Università Centro Americana, che fondò come strumento teorico ed operativo la “psicologia della liberazione” in continuità e in corrispondenza con la teologia della liberazione. Contro la “bastonata culturale dei media” e la separazione tra storia della salvezza e storia del mondo

Raniero La Valle

29 Maggio 2018

NON SI TRASFORMINO I POLITICI IN SOGGETTI ANCILLARI DI INTERESSI ESTRANEI AL BENE COMUNE

Un documento dell’ex Sant’Uffizio sulle “Questioni economiche e finanziarie”. I mercati non sono in grado di regolarsi da sé. Bolle speculative e ordigni a orologeria. Una finanza dell’azzardo e della scommessa. L’interesse alla rovina altrui. Proposte concrete

6 Aprile 2018

CREDERE CHE IL SIGNORE È RISORTO

Niente si perderà di quello che abbiamo vissuto con amore o di quello a cui abbiamo rinunciato per amore. Credere nel Risorto vuol dire confidare in una vita in cui non ci sarà più povertà né dolore, nemmeno in quelli che vengono sui barconi

José Antonio Pagola

20 Marzo 2018

LA VERITÀ NON SI CONSERVA IN NAFTALINA

La nuova vitalità dell’annuncio di fede nel magistero di papa Francesco. Una prova recente dell’evoluzione dottrinale sta nella nuova valutazione della pena di morte sia da parte dei papi che del popolo fedele. Oggi è chiaro che essa è disumana e inammissibile e proprio questo, correggendosi, deve dire ora anche il Catechismo della Chiesa Cattolica

Carlo Molari

12 Gennaio 2018

CHI SONO L’UOMO E LA DONNA PERCHÉ TE NE CURI?

“Il respiro dell’uomo di carne” è un discorso del 2007 del biblista Gianfranco Ravasi (allora non ancora cardinale) a un congresso sull’origine dell’uomo. L’essere umano è plasmato dall’argilla del suolo, è dunque materia, ma nella coscienza ha il suo principio vitale, “la fiaccola del Signore” con cui scruta se stesso; e l’immagine rimanda a una relazione interpersonale di amore

Gianfranco Ravasi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi