Dopo la “Querida Amazonia”

LA RIFORMA NON ARRETRA MA LA CHIESA DEVE MATURARE

28 Febbraio 2020 / Editore / Libero Sinodo / 1 Comment

Comments

Leave your comments

  • Febbraio 28, 2020at4:25 PM

    Non si può non segnalare che il capitolo di querida amazonia dedicato ai ministeri fa fare un balzo indietro a prima del vaticano II: siamo di fronte alla peggiore teologia che oggi ci si puo’ aspettare anche da parte di un conservatore. E questo e’ sconcertante: a lasciare interdetti non e’ solo il silenzio sui due temi scottanti sui quali almeno mezza parola poteva essere spesa, se non altro per dire che la chiesa universale ancora non e’ pronta a passaggi come quelli richiesti dai vescovi dell’Amazzonia (ammesso che questo sia vero), ma è la visione del sacerdozio, della formazione sacerdotale, è il binomio Pietro-Maria per il maschile-femminile, la visione “di genere” dell’eucaristia … e ci sarebbe ancora tanto altro. Per il resto, belle pagine per un’Enciclica, ma come “Esortazione post-Sinodale” lascia davvero l’amaro in bocca.